Viaggi di Gruppo

Bandiera Giordania
Programma di viaggio

PROGRAMMA INDICATIVO

 

 

1° giorno : Malpensa  – Amman (volo)

Partenza dall’Italia per Amman con volo di linea con scalo al Cairo. Arrivo nella notte all'Aeroporto Internazionale Queen Alia di Amman. Incontro con il corrispondente e trasferimento in hotel per il pernottamento.

Pernottamento ad Amman: Hotel Ibis o similare

 

2° giorno : Amman – Ajlun – Jerash – Amman (155 Km)

Partenza per visitare la città di Ajlun con la sua fortezza con magnifica vista sulla Valle del Giordano; il castello di Rabadh, uno degli esempi meglio conservati di architettura militare araba medievale in tutto il Medio Oriente, venne costruito nel 1184 dall'emiro Izz al-Dīn Usāma, nipote del grande Saladino, per proteggere le vie carovaniere ed i pellegrini dall’avanzata dei crociati.

Si continua per visitare la città greco-romana di Jerash, conosciuta anche come la città delle mille colonne. È considerata uno dei più grandi e meglio conservati siti di architettura romana nel mondo al di fuori dell'Italia con teatri, chiese, templi (dedicati a Zeus e ad Artemide), un Ninfeo e strade colonnate. Jerash mette in mostra la grandezza della Roma imperiale: era parte della Decapoli (dieci grandi città romane d’oriente) e a volte viene chiamata anche Pompei dell'Est per il suo incredibile stato di conservazione. Ritorno ad Amman.

Pernottamento ad Amman: Hotel Ibis o similare

 

 

 

3° giorno : Amman – Castelli del Deserto – Amman (260 Km)

Al mattino è prevista una visita della città di Amman, la capitale del regno Hashemita di Giordania. Conosciuta ai tempi dell’età del ferro come Rabbath Ammoun, successivamente ai tempi dei romani come Philadelphia, anchìessa era una città appartenente alla Decapoli. Attualmente è chiamata la “città Bianca” per le pietre bianche usate nella costruzione delle case. Si vistano le rovine del teatro romano, la Cittadella e il Palazzo degli Omayyadi, il Museo del folklore e dell’archeologia.

Nel pomeriggio escursione ai Castelli del deserto, costruiti dai califfi omayyadi di Damasco verso il VII e VIII secolo come stazioni di carovane e case di caccia con alcune delle loro pareti e pavimenti adornati da affreschi e frammenti di mosaico. Visita dei castelli di Al Kharaneh, Qasr Amra e Al Azraq. Il più vicino, a circa un'ora di guida da Amman, è Al Kharranahun: un castello a pianta rettangolare con mura alte e ben conservate. Segue il castello di Amra, che racchiude dei bellissimi affreschi murali, esempio raro di pittura musulmana, dichiarato patrimonio UNESCO. L'ultimo castello a nordest è situato nei pressi dell’oasi di Azraq: il Qasr Al Azraq, risale all'epoca romana e venne utilizzato da Lawrence d’Arabia durante la guerra di liberazione araba. Ritorno ad Amman.

Pernottamento ad Amman: Hotel Ibis o similare

 

4° giorno : Amman – Madaba – Mt. Nebo – Mar Morto (145 Km)

In mattinata partenza per visitare la città cristiana di Madaba: "La città dei mosaici". Qui si trova la chiesa di San Giorgio, con la sua mappa a mosaico della Terra Santa di epoca bizantina. La città stessa offre molti altri famosi mosaici sia in edifici pubblici che privati. Proseguimento per raggiungere il Monte Nebo, che con una altezza di circa 817 metri si affaccia sulla Valle del Giordano e sul Mar Morto. Nelle giornate nitide è possibile avvistare la città di Gerico e Gerusalemme. Sulla sommità si trova la Basilica di Mosè presunto luogo di sepoltura del profeta. In questo sito esisteva una chiesa meta di pellegrinaggi, che venne poi abbandonata. Nel 1932 i Francescani costruirono l’attuale struttura che contiene in sè l’antica chiesa bizantina del IV e VI secolo.

Successivamente si raggiunge il Mar Morto che sorge nella Valle del Giordano a circa 422 metri sotto il livello del mare, ed è uno dei più salati bacini di acqua al mondo che si presta a soggiorni termali e medici per le cure della pelle.

Pernottamento Mar Morto : Hotel Dead Sea Spa o similare

 

 

 

5° giorno : Mar Morto ( Gerusalemme )

Prima colazione. Giornata libera a disposizione per relax e provare l’emozione di bagnarsi nelle acque del Mar Morto dove è impossibile affondare, effettuare trattamenti con fanghi naturali o per eventuali escursioni.

Possibile escursione di un’intera gironata a Gerusalemme in territorio israeliano, che si raggiunge passando il confine sul ponte  Allenby. Vista panoramica della vecchia e nuova Gerusalemme: la Chiesa del Santo Sepolcro, la Sala dell'ultima cena, la Porta di Giaffa, l’orto Getsemani e il Monte degli Ulivi. Rientro in hotel per i festeggiamenti di fine anno.

Pernottamento Mar Morto : Hotel Dead Sea Spa o similare

 

6° giorno : Mar morto – Petra (270 Km)

Partenza dal Mar Morto in direzione sud per raggiungere la città di Wadi Musa che si trova fuori dal parco archeologico di Petra, eletta una delle nuove 7 meraviglie e dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità. L'antica città fu fondata dai Nabatei 2000 anni fa  e la sua riscoperta si deve al viaggiatore anglo-svizzero Johann Ludwig Burckhardt, che nel 1812 recandosi da Damasco al Cairo, sentì parlare di un'antica città stretta fra montagne impenetrabili e decise di andarla a cercare. La visita dell'antica capitale nabatea inizia attraversando il Siq, una gola di circa 1,2 km di lunghezza, stretta tra due scogliere a strapiombo, dove si potrà iniziare ad ammirare tutta l'abilità con la quale i Nabatei lavoravano questa particolare roccia a striature rosse e rosa. Dopo le prime tombe, canali per raccogliere l’acqua, santuari e statue, verso la fine del Siq, ecco apparire all’improvviso il monumento più famoso di Petra: il misterioso El Khasneh (il “Tesoro”) del I secolo a.C, che si svela scolpito sulla parete verticale all’ingresso della città, con i suoi 28 metri di larghezza e 40 di altezza. Da qui il percorso si allarga e prende forma la Strada delle Facciate, dove sui due lati si trovano più di quaranta tombe e case costruite con uno stile che ricorda l'architettura assira. Si trova poi il Teatro, costruito dai nabatei e dopo la conquista romana del 106, ampliato ad una capienza di 8.000 spettatori. Si apre poi un’ampia vallata con la Strada Colonnata che ospitava il centro vitale dell’antica città con il Mercato, il Palazzo Reale ed una serie di alte colonne appartenenti ad un Tempio Corinzio, il Tempio dei Leoni Alati, il Tribunale, le Tombe Reali ed infine, dopo aver attraversato la porta di Traiano si arriva nell’area sottostante dove sorge il Qasr al-Bint Firaun, che secondo una leggenda beduina apparteneva alla figlia del faraone.

Pernottamento a Petra: Hotel Petra Palace o similare

 

 

 

7° giorno : Petra

Seconda giornata per completare la visita dei monumenti della città di Petra e dei suoi dintorni. Visita alle Tombe Reali e successivamente proseguimento per raggiungere il Monastero (El Deir), situato al di la delle montagne e raggiungibile attraverso una scalinata di circa 1000 gradini. E’ costruito con uno stile architettonico simile al famoso "Tesoro", ma vanta dimensioni più grandi, la porta principale è di 8 metri d'altezza mentre la facciata ha una larghezza di 50 metri per un'altezza di 45 metri. Venne costruito dai Nabatei tra il II ed il I secolo a.C. come tomba del re Obodas I, ma in seguito durante il periodo bizantino fu utilizzato come monastero, al suo interno infatti sono state ritrovate diverse croci scolpite. Esiste una Petra segreta dimenticata dai percorsi turistici che si raggiunge percorrendo i sentieri che si inerpicano tra le montagne di arenaria per ammirare lo spettacolo che offre Petra dall’alto e fare interessanti scoperte. Si possono raggiungere la zona di El Medras, il cui nome in arabo significa frantoio, dove si trovano le rovine di un alto luogo sacrificale e nella discesa verso Wadi Farasa,  la Sorgente del Leone, il Tempio del Giardino, la Tomba del Soldato Romano, il Triclinium, la Tomba dal Frontone Spezzato, la Tomba Rinascimentale e Al Habis.

Pernottamento a Petra: Hotel Petra Palace o similare

 

8° giorno : Petra – Beida – Wadi Rum (125 Km)

Trasferimento a Beida, conosciuta anche come la piccola Petra: grazie agli studi degli archeologi si pensa che al tempo dei Nabatei, il sito fosse un'importante caravanserraglio dove mercanti, animali e carovane sostavano e trovavano alloggio durante la loro permanenza a Petra. In passato quest'area fu meta obbligata per il passaggio delle carovane provenienti dalle coste dell'Hadramauth, regione situata del sud della penisola Arabica nell'attuale Repubblica dello Yemen, che arrivavano a Petra dopo un viaggio di 2 mesi di circa 2000 chilometri molti dei quali di deserto. Questa rotta commerciale diede il via allo sviluppo economico dei Nabatei, del loro Regno e della città di Petra.

Si prosegue verso sud per il deserto del Wadi Rum, deserto più grande della Giordania e uno dei paesaggi desertici più spettacolari del mondo chiamato anche Valle della Luna. La bellezza di questo deserto unico è caratterizzata da montagne segnate dal tempo, da letti di antichi laghi oramai prosciugati e da altissime dune di color rosso intenso. Numerose sono le incisioni e le pitture rupestri che si trovano scolpite nelle rocce in questo luogo di passaggio di carovane che dalla penisola arabica si spostavano verso nord per raggiungere i porti del Mediterraneo cariche di merce preziosa. Tour in jeep 4X4 e trasferimento al campo tendato fisso per una cena tipica beduina sotto un cielo dipinto di stelle.

Pernottamento Wadi Rum: Hasan Zawaideh Camp o similare

 

9° giorno : Wadi Rum – Amman (300 Km)

Rientro ad Amman attraverso l’autostrada del deserto. Tempo libero per girare liberamente la capitale e gli ultimi acquisti.

Pernottamento ad Amman: Hotel Ibis o similare

 

10° giorno : Amman – Malpensa (volo)

In mattinata trasferimento all'aeroporto per la partenza del volo di rientro in Italia via Cairo. Arrivo nel primo pomeriggio a Malpensa.




Powered by Artelogica